In Sardegna il progetto “Ispiga e babaoi” per la formazione dei migranti

Scade giovedì 18 aprile 2019 il bando di partecipazione al progetto Ispiga e babaoi: rinascere nella terra del sole, a valere sull’avviso CUMENTZU, finanziato con i fondi POR FSE 2014 – 2020.

Ispiga e babaoi intende promuovere percorsi di crescita per i cittadini di Paesi Terzi entro il territorio della Provincia di Cagliari e del Medio Campidano, valorizzando le risorse e le tradizioni sarde in due settori in espansione: l’agricoltura e l’artigianato tessile.

Il GUS è partner progetto insieme a Genti di Mesu e all’agenzia formativa IANNAS srl. L’esigenza nasce dall’analisi di contesto nazionale e regionale e dalla scelta di due immagini di rinascita e rappresentative della Sardegna: la spiga di grano ed il papavero, in sardo “Ispiga e babaoi”.

Il progetto dà infatti l’opportunità a 20 migranti (14 uomini e 6 donne) di realizzare una formazione gratuita nei settori dell’agricoltura e del tessile con percorsi di formazione professionale e tirocini formativi, specificamente nei territori della provincia di Cagliari e del Medio Campidano.

 Bando Ispiga e Baboi