Il GUS interviene a sostegno delle popolazioni colpite da disastri naturali o bellici. Negli anni gli interventi del Gruppo Umana Solidarietà si sono concretizzati nel supporto psicologico, primo aiuto e progetti di riabilitazione sociale dopo gli eventi sismici nelle Marche (1997), in Molise (2002), in Abruzzo (2009) e nell’ultimo evento sismico che ha colpito il Centro Italia dall’autunno 2016 all’inverno 2017.

Il GUS è intervenuto anche in diverse crisi internazionali, a partire dall’emergenza umanitaria in ex Jugoslavia e Kosovo, dal 1993 al 1998, dopo lo tsunami nel Sud Est asiatico (2005), nell’emergenza umanitaria in Libano e Siria (2005) e dopo il terremoto in Nepal (2015).

In Malawi, uno dei Paesi più poveri del mondo, l’Alta Corte ha vietato al Governo di adottare la chiusura generalizzata per fronteggiare l’emergenz

La diffusione del Covid-19 sta mettendo tutti noi a dura prova, modificando le nostre abitudini e mettendo in “sospeso” le nostre vite.

Oggi i nostri pensieri corrono alle pagine buie di quello che sarà il più atroce conflitto in Europa dalla fine della Seconda guerra mondiale: il 6

1998

• Aiuti umanitari
• Ricostruzione Poliambulatorio primo soccorso con il supporto della Provincia di Macerata

2005 - 2007

Progetto “La pace che facciamo” intervento socio-sanitario nell’area di Sulaymanyya.

2004 - 2006

Ricostruzione di una scuola nel Tamil Nadu e di un multi activity building.

2006

Supporto a donne cingalesi, Informazione, prima accoglienza nei campi profughi allestiti ai confini con il Libano.

2004 - 2009

Il GUS è intervenuto in Sri Lanka dopo lo tsunami del 2004. Negli anni 2005/2009 ha realizzato molteplici interventi di ricostruzione post-tsunami a sud ed est del paese. In particolare:

2015

Il GUS è intervenuto dopo il terremoto del 2014. Grazie al contributo ella Fondazione La Stampa Specchio dei Tempi è stata ricostruita una scuola nel distretto di Rawa.

2017

Il GUS è attualmente presente in Messico nella città di Puebla con un intervento di ricostruzione post sisma.